XX Premio Internazionale Cinearti “La Chioma di Berenice” –

Roma, 8 Novembre 2018: proclamati oggi i candidati della ventesima edizione del premio Cinearti “La Chioma di Berenice”, promosso dalla CNA Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della piccola e media impresa e da Fondazione Ecipa. Il riconoscimento viene attribuito agli artigiani ed artisti del cinema: truccatori, acconciatori, costumisti, scenografi e compositori di colonne sonore.

Domenica 9 dicembre 2018 nella cornice del Salone Margherita di Roma, unico esempio di teatro liberty della capitale, verranno consegnati i prestigiosi riconoscimenti.

Candidature 2018:

CINEMA – Migliori acconciature:
Massimiliano Duranti per Agadah di Alberto Rondalli
Daniela Tartari per Dogman di Matteo Garrone
Francesco Pegoretti per Napoli Velata di Ferzan Ozptek
Paola Genovese per Riccardo va all’inferno di Roberta Torre
Francesco Pegoretti per The happy prince di Rupert Everett

CINEMA – Miglior trucco:
Federico Carretti per Agadah di Alberto Rondalli
Dalia Colli, Lorenzo Tamburini per Dogman di Matteo Garrone
Roberto Pastore per Napoli Velata di Ferzan Ozptek
Luigi Ciminelli, Emanuele De Luca, Valentina Iannuccilli per Riccardo va all’inferno di Roberta Torre
Luigi Rocchetti, Gerd Zeiss per The happy prince di Rupert Everett

CINEMA – Migliori costumi:
Nicoletta Taranta per Agadah di Alberto Rondalli
Massimo Cantini Parrini per Dogman di Matteo Garrone
Alessandro Lai per Napoli Velata di Ferzan Ozptek
Massimo Cantini Parrini per Riccardo va all’inferno di Roberta Torre
Gianni Casalnuovo, Maurizio Millenotti per The happy prince di Rupert Everett

CINEMA – Migliore scenografia:
Francesco Bronzi per Agadah di Alberto Rondalli
Alessandra Querzola per Blade Runner 2049 di Denis Villeneuve
Tonino Zera per La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi
Deniz Gokturk Kobanbay, Ivana Gargiulo per Napoli Velata di Ferzan Ozptek
Luca Servino per Riccardo va all’inferno di Roberta Torre

CINEMA – Miglior colonna sonora:
Nicola Piovani per A casa tutti bene di Gabriele Muccino
Marco Saitta, Alessandro Sironi per Agadah di Alberto Rondalli
Antonio Fresa, Luigi Scialdone per Gatta Cenerentola di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone
Pasquale Catalano per Napoli Velata di Ferzan Ozptek
Mauro Pagani per Riccardo va all’inferno di Roberta Torre

FICTION – Migliori acconciature:
Caterina De Simone per Aldo Moro: il professore di Francesco Miccichè
Francesco Pegoretti per I Medici (prima stagione) di Sergio Mimica Gezzan
Mirella Ginnoto per Michelangelo Infinito di Emanuele Imbucci
Fiorella Sensoli per La vita promessa di Ricky Tognazzi
Mirella Ginnoto per Raffaello: il principe delle arti di Luca Viotto

FICTION – Miglior trucco:
Giovanna Jacoponi per Aldo Moro: il professore di Francesco Miccichè
Giancarlo Del Brocco per I Medici (prima stagione) di Sergio Mimica Gezzan
Simone Gregoris, Betty Emidi per La vita promessa di Ricky Tognazzi
Maurizio Trani per Michelangelo Infinito arti di Emanuele Imbucci
Maurizio Trani per Raffaello: il principe delle arti di Luca Viotto

FICTION – Migliori costumi:
Chiara Ferrantini per Aldo Moro: il professore di Francesco Miccichè
Alessandro Lai per I Medici (prima stagione) di Sergio Mimica Gezzan
Alfonsina Lettieri per La vita promessa di Ricky Tognazzi
Maurizio Millenotti per Michelangelo Infinito di Emanuele Imbucci
Maurizio Millenotti per Raffaello: il principe delle arti di Luca Viotto

FICTION – Miglior scenografia:
Francesca Di Mottola per 1993 di Giuseppe Gagliardi
Maria Rita Cassarino per Aldo Moro: il professore di Francesco Miccichè
Francesco Frigeri per I Medici (prima stagione) di Sergio Mimica Gezzan
Francesco Frigeri per Michelangelo Infinito di Emanuele Imbucci
Francesco Frigeri per Raffaello: il principe delle arti di Luca Viotto

FICTION – Miglior colonna sonora:
Davide Di Leo per 1993 di Giuseppe Gagliardi
Andrea Guerra per C’era una volta studio uno di Riccardo Donna
Paolo Buonvino per I Medici (prima stagione) di Sergio Mimica Gezzan
Alessandro Sartini, Paolo Vivaldi per La vita promessa di Ricky Tognazzi
Matteo Curallo per Raffaello: il principe delle arti di Luca Viotto

La cerimonia di premiazione:
Domenica 9 dicembre 2018, Ore 20.30
Roma, Salone Margherita
Conducono: Teo Belia e Morgana Giovannetti

I riconoscimenti sono un omaggio alla fantasia, al talento e alla professionalità degli artigiani ed artisti del cinema italiano, acconciatori, truccatori, costumisti, scenografi e compositori musicali che attraverso il cinema e la fiction influenzano mode e tendenze dei nostri giorni. Il premio, istituito nel 1998 nel centenario della nascita del cinema (1898) dalla CNA Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, nel 2010 e nel 2014 è stato insignito di un premio di rappresentanza per l’alto valore culturale dal Presidente della Repubblica italiana.

Durante la serata di gala del 9 dicembre verranno assegnati, oltre ai riconoscimenti annuali, tre premi alla carriera e due premi speciali.

La statuetta del premio, la leggenda della Regina Berenice d’Egitto:
I riconoscimenti “La Chioma di Berenice” consistono in una statuetta alta circa 25 centimetri ideata nel 1998 dal maestro orafo Marco Casagrande, il cui disegno, ispirato ad alcune sculture romane del II secolo a.C., raffigura il volto e la chioma della Regina Berenice. Personaggio storico realmente vissuto nel III secolo a.C. la regina Berenice entra nella mitologia greca per la bellissima chioma che offrì in sacrificio a Venere per propiziare la salvezza del marito, impegnato in una campagna militare. Alla morte della regina, la chioma scomparve dal tempio in cui era custodita ed i sacerdoti affermarono che la dea Venere l’avesse portata in cielo, trasformandola in una costellazione, cui l’astronomo Conòne attribuì il nome di “Chioma di Berenice”. Celebre l’elegia che il poeta Callimaco dedicò alla leggenda.

CNA, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa:
La CNA Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa da oltre 70 anni rappresenta e tutela gli interessi delle micro, piccole e medie imprese, operanti nei settori della manifattura, delle costruzioni, dei servizi, del trasporto, del commercio, del turismo e delle piccole e medie industrie e più in generale del mondo dell’impresa e delle relative forme associate, con particolare riferimento al settore dell’artigianato. Una realtà che oggi trae forza e peso da circa 670.000 associati. Dal 1946 il sistema CNA opera per l’affermazione nella società, nelle istituzioni, nella politica e nello stesso sistema delle imprese, dei valori che attengono all’impresa, al lavoro, all’economia di mercato. Dal 1998 la CNA sostiene e promuove il lavoro dei professionisti e delle imprese artigiane del settore dello spettacolo attraverso l’istituzione del premio internazionale Cinearti “La Chioma di Berenice”.

Per Info ed accrediti stampa per la cerimonia di premiazione:
Email: premioberenice@cna.it
Telefono: 06 44188343


Top