Un premio tra arte e bellezza

Ideato per i primi dieci anni del premio (2007), “Un premio tra arte e bellezza” giunge nel 2010 alla sua terza edizione, raccogliendo all’interno anche le edizioni 2008 e 2009. Con una prefazione di Leo Gullotta (presidente della giuria), il libro ripercorre anno dopo anno la storia del premio soprattutto attraverso le immagini, che vogliono restituire al lettore l’atmosfera di un’autentica festa per gli artisti del cinema.

Questa terza edizione si arricchisce di una raccolta di brevi biografie, che racchiudono in poche righe, per esigenze di sintesi, il racconto di vite professionali, che si snodano negli anni, dalla formazione, alle prime esperienze fino all’affermazione piena, con un unico filo conduttore: la passione per il cinema.

Celebrare i dieci anni di un premio è un’occasione irrinunciabile di riflessione sulle sue motivazioni, come sugli importanti effetti che il premio stesso ha avuto sulla realtà del cinema italiano. Ad un secolo esatto dalla nascita del cinema, il premio internazionale Cinearti “La Chioma di Berenice” veniva istituita sulla spinta di un’esigenza fondamentale: tributare un riconoscimento al lavoro di artisti ed artigiani, la cui opera d’eccellenza dà forma e sostanza al sogno del cinema: acconciatori, truccatori, costumisti, scenografi e compositori di colonne sonore vedevano finalmente premiato e valorizzato il lavoro svolto sul set, un lavoro che aveva dato vita a quei capolavori, che sono tra le espressioni più alte della cultura italiana.

Caratteristiche del libro

Titolo completo: Un premio tra arte e bellezza, la Chioma di Berenice
Autore: Alexander Galiano
Collaborazione ai testi: Laura Orlando

Edizione: 2009 Alexander Galiano Immagine&Comunicazione, Roma (terza edizione)
Caratteristiche: brossurato, illustrato a colori, copertina cartonata. Pagine: 168
Elaborazione grafica: Martino Palladini
Stampa: Colitti snc, Roma


Top