14° Edizione – 2012

LA QUATTORDICESIMA EDIZIONE
Roma, Casa del Cinema, 12 Novembre 2012

La quattordicesima edizione del premio internazionale Cinearti “La Chioma di Berenice”, ospitata per la terza volta dal Festival internazionale del Film di Roma nella sezione “Risonanze del Festival”, si svolge per il secondo anno consecutivo presso la Casa del cinema, location ufficiale della manifestazione. 

Condotta dall’attore Massimo Lopez, l’edizione 2012, conferma l’assegnazione di otto riconoscimenti annuali distinti nelle categorie di cinema e fiction. La giuria del premio, presieduta da Leo Gullottaper il quinto anno consecutivo, assegna inoltre un premio speciale ad un’azienda storica dello spettacolo contraddistintasi nel proprio ambito lavorativo ed un riconoscimento al miglior giovane esordiente, scelto tra le categorie di acconciatura, trucco, scenografia ed arredamento. Nella sezione cinema, il film “Romanzo di una strage” di M. T. Giordana si aggiudica due statuette: per la migliore acconciatura di Ferdinando Merolla e per il trucco di Enrico Iacoponi(già vincitore nel 2002 della targa speciale “Max Factor” per “L’intrigo della collana” di C. Shyer). Il riconoscimento per i migliori costumi viene invece assegnato a Katia Dottoriper il film “Il cuore grande delle ragazze” di Pupi Avati ed i premi per la migliore scenografia e per il migliore arredamento vengono attribuiti alla coppia Dante Ferrettie Francesca Lo Schiavoper il film “Hugo” di M. Scorsese (già vincitori de “La Chioma di Berenice” nel 2008 per “Sweeney Todd” di T. Burton e rispettivamente tre volte vincitori del premio Oscar per “The Aviator” e “Hugo” di M. Scorsese e “Sweeney Todd” di T. Burton). Nella categoria fiction, “Walter Chiari, fino all’ultima risata” di E. Monteleone, ottiene le statuette per la migliore acconciatura di Marco Pernae per il miglior trucco di Vittorio Sodano(per Sodano è il terzo riconoscimento Cinearti “La Chioma di Berenice”, dopo la vitotria per “Apocalypto” di M. Gibson del 2007 e “Il Divo” di P. Sorrentino del 2008).

Il premio per i migliori costumi viene assegnato a Luciano Capozziper la fiction “Titanic, la nascita di una leggenda” di C. Donnely.

Due, infine, i premi speciali assegnati dalla giuria. Alla scenografa Giuseppina Mauriziil riconoscimento come miglior giovane esordiente e all’azienda “Pompei calzature”il premio speciale assegnato ad un’impresa storica distintasi nel proprio ambito lavorativo. Specializzata nella realizzazione artigianale di calzature teatrali, da ballo e per il cinema di ogni epoca, in oltre ottanta anni di attività, il laboratorio “Pompei” ha prodotto migliaia di modelli di calzature, caratterizzando e completando i costumi di alcune delle maggiori personalità dello spettacolo.Fondata nel 1930 da Ernesto e Luigi Pompei, l’azienda ha realizzato le calzature per alcune delle maggiori  produzioni cinematografiche della storia del cinema, come “Ben Hur” (1959) di W. Wyler, “Cleopatra” (1963) di J. L. Mankiewicz ed “Evita” (1996) di A. Parker.


I premiati di questa edizione

Premi Cinema

  • Migliori acconciature cinematografiche Ferdinando Merolla (per Romanzo di una strage di Marco Tullio Giordana)
  • Miglior trucco cinematografico Enrico Iacoponi (per Romanzo di una strage di Marco Tullio Giordana)
  • Migliori costumi cinematografici Catia Dottori (per Il cuore grande delle ragazze di Pupi Avati)
  • Miglior scenografia cinematografica Dante Ferretti (per Hugo Cabret di Martin Scorsese)
  • Miglior arredamento cinematografico Francesca Lo Schiavo (per Hugo Cabret di Martin Scorsese)

Premi Fiction

  • Migliori acconciature per la fiction Marco Perna (per Walter Chiari, fino all’ultima risata di Enzo Monteleone)
  • Miglior trucco per la fiction Vittorio Sodano (perWalter Chiari, fino all’ultima risata di Enzo Monteleone)
  • Migliori costumi per la fiction Luciano Capozzi (per Titanic, la nascita di una leggenda di Ciaran Donnely)

Premi Speciali

  • Giuseppina Maurizi (riconoscimento speciale giovani)
  • Pompei (calazature cineteatrali)
Top