Suburra La serie Seconda stagione

Regia: Michele Placido, Andrea Molaioli, Giuseppe Capotondi
Torna alla lista edizione 2019

Candidati

Miglior Acconciatore Sharim Sabatini
Miglior Attore Alessandro Borghi
Miglior Attore Giacomo Ferrara
Miglior Attore Francesco Acquaroli
Miglior Attore Eduardo Valdarnini
Migliore Attrice Claudia Gerini
Migliore Attrice Barbara Chichiarelli
Miglior Costumista Veronica Fragola
Miglior Post-produzione Patrizio Marone
Miglior Post-produzione Lorenzo Peluso
Miglior Produttore Marco Chimenz
Miglior Produttore Giovanni Stabilini
Miglior Produttore Riccardo Tozzi
Miglior Produttrice Gina Gardini
Miglior Regista Michele Placido
Miglior Regista Andrea Molaioli
Miglior Regista Giuseppe Capotondi
Miglior Truccatore Enrico Iacoponi

Il prezzo del potere è il tema esplicito al centro dei nuovi 8 episodi. La storia è ambientata nei quindici giorni che precedono le elezioni del nuovo sindaco di Roma, a tre mesi dalla fine della prima stagione. La battaglia tra criminalità organizzata, politici corrotti e Chiesa si fa ancora più intensa e i personaggi diventano sempre più affamati di potere. Se la prima stagione ruotava attorno al Vaticano e ai terreni di Ostia, i nuovi episodi entrano direttamente nella competizione per il potere della città.

Anche i protagonisti della serie sono cambiati: mentre nella prima stagione combattevano per emanciparsi dai padri, dai fratelli maggiori, dalle loro famiglie ingombranti, oggi sono più adulti, più consapevoli di chi sono e di cosa vogliono, ancora più combattivi. Ma stavolta la posta in palio per loro sarà ancora più alta: Roma. E per raggiungere questo obiettivo sembrano davvero disposti a tutto. Ancor più della prima, la seconda stagione è caratterizzata da una presenza femminile forte e dalla spiccata personalità. Tra new entry e personaggi già noti, le donne comandano, decidono, tramano: hanno fame di potere e sanno come ottenerlo.

Top