Rocco Schiavone

Regia: Michele Soavi

Rocco Schiavone, vicequestore della polizia, da tempo vedovo, viene trasferito da Roma ad Aosta per motivi disciplinari. Ritrovatosi catapultato in una realtà completamente diversa da quella in cui è sempre vissuto, il burbero e irascibile Schiavone, fin troppo insofferente alle regole, porta comunque avanti il suo lavoro investigando sui crimini che scombussolano l’apparentemente tranquillo capoluogo valdostano, spesso ricorrendo a metodi d’indagine decisamente originali, se non al limite della legalità. Sul versante privato, nonostante la recente relazione intrapresa con la valdostana Nora, e la reciproca simpatia con la collega Caterina, dopo tanti anni l’uomo non riesce ancora a dimenticare la moglie Marina, rimasta uccisa durante un agguato nei suoi confronti; il suo ricordo rimane una presenza costante, sotto forma di allucinazione, nella quotidianità di Schiavone.

Top