1° Edizione

Il premio Cinearti “La Chioma di Berenice” nasce nel 1998, ad un secolo esatto di distanza dalla nascita del Cinema. La manifestazione si svolge in collaborazione con il “Festival Adriatico Cinema” diretto da Gianfranco Miro Gori e prevede nella prima edizione, ospitata nello storico Cinema Snaporaz di Cattolica, l’assegnazione di tre premi alla Carriera, relativi alle categorie di
Acconciatura e Costumi.

Il primo premio alla Carriera viene consegnato dalla Giuria all’Acconciatrice Mirella Ginnoto, titolare di reparto dal 1953 e con all’attivo più di 100 produzioni, tra cui: “Carosello napoletano” di E. Giannini, “Maciste, l’uomo più forte del Mondo” di A. Leonviola, “Secondo Ponzio Pilato” di L. Magni, “La famiglia” di E. Scola, “L’ultima tentazione di Cristo” e “Kundun” di M. Scorsese e le miniserie televisive “Cristoforo Colombo” di A. Lattuada e “Jesus” di R. Young, passando attraverso collaborazioni, tra gli altri, con Roberto Faenza, Robert Altman e Luigi Comencini.

Il secondo premio alla Carriera viene attribuito all’Acconciatrice Maria Teresa Corridoni (vincitrice della Chioma di Berenice anche nel 2006 e due volte candidata al premio Emmy nel 1999 e nel 2003). Proveniente dal laboratorio Rocchetti e Rocchetti e titolare dal 1960, ha collaborato, negli anni, con Luchino Visconti, Bruce Beresford, Martin Scorsese, Mel Gibson e Lasse Hallstrom, tra i suoi film: “Adua e le compagne” di A. Pietrangeli, “Edipo Re” di P. P. Pasolini, “Morte a Venezia” di L. Visconti, “La città delle donne” di F. Fellini, “C’era una volta in America” di S. Leone, “Il giovane Toscanini”, “Amleto”, “Jane Eyre”, “Un the con Mussolini” di F. Zeffirelli e “Sette anni in Tibet” di J. J. Annaud.

Il premio alla Carriera per la categoria Costumi viene assegnato a Piero Tosi, cinque volte candidato al premio Oscar: per “Il Gattopardo” (1963), “Morte a Venezia” (1971) e “Ludwig” (1973) di L. Visconti, “Il vizietto” (1979) di E. Molinaro e “La traviata” (1983) di F. Zeffirelli e vincitore inoltre di due Bafta, tre David di Donatello ed otto Nastri d’Argento.

Al termine della cerimonia di premiazione viene inoltre presentato il catalogo “Premio la Chioma di Berenice, al Costumista e all’Acconciatore”, prima pubblicazione ufficiale del premio Cinearti.

Top